5 modi intelligenti per utilizzare la mailing list con il tuo sito di affiliazione Amazon

Nessun Commento

I siti di affiliazione Amazon tendono a essere più difficili da utilizzare nell’email marketing, a causa della natura del traffico che attraggono.

In generale, quando qualcuno trova un sito Amazon, sta solo cercando un prodotto da acquistare e vorrebbe andare direttamente su Amazon per comprarlo.
Supponiamo che un utente, dopo la sua ricerca, abbia trovato il tuo sito Amazon. Forse, per esempio, ha cercato su Google le “miglior scarpe running” e ha trovato il tuo articolo di comparazione, in cui hai recensito alcune delle migliori scarpe da running in commercio.

Quindi, arrivati a questo punto si deve cercare di fargli visitare il sito Amazon e portare a termine l’acquisto; ciò è generalmente la cosa migliore da fare, ed è certamente il modo in cui si strutturano i siti di affiliazione.

Se hai provato a convincere questa persona a iscriversi alla tua mailing list, potresti incontrare alcuni problemi:

  • difficilmente avrai modo di sapere se quell’iscritto ha effettuato l’acquisto
  • difficilmente riuscirai a capire quali acquisti hai ottenuto grazie al traffico email e quindi non sarai in grado di stabilire se l’utilizzo della newsletter abbia dato i suoi frutti.
  • potrebbe essere difficile convincere qualcuno a iscriversi alla mailing list.

Quindi questi sono i motivi per cui è molto più semplice concentrarsi semplicemente sul fatto di ottenere i clic su Amazon.

Nonostante ciò, ci sono ancora alcuni modi in cui puoi usare la posta elettronica con i siti di affiliazione Amazon per ottenere qualche vendita in più.
Ottimo sarebbe riuscire a creare un magnete guida per far iscrivere le persone, in questo caso si starebbe a metà dell’opera.

Ecco 5 idee per monetizzare attraverso l’utilizzo di email

1. Condividi le recensioni di nuovi prodotti

Ogni volta che inserisci un nuovo prodotto, ha senso condividerlo con la tua mailing list. Ci saranno probabilmente utenti che non hanno ancora acquistato quel tipo di prodotto e saranno interessati a saperne di più. Ha senso condividere questi messaggi via email. È anche possibile aggiungere recensioni di prodotti precedenti a una sequenza di e-mail in modo che i nuovi utenti si interessino anche a questi prodotti, magari acquistando qualcosa.

2. Condividi articoli informativi

Se hai molti articoli informativi sul tuo sito, ha senso condividerli anche con i tuoi iscritti, condividi alcuni i tuoi articoli più popolari ciò ti aiuterà a costruire fiducia e autorità. Anche se non c’è una vera monetizzazione su quei post, vale comunque la pena condividerli. Prima di tutto, è più probabile che un articolo informativo venga condiviso dai tuoi iscritti sui social quindi maggiore sarà il traffico sul tuo sito e potrai beneficiare di altre cose, come gli annunci CPM di Amazon o Google Adsense.

3. Considera la condivisione di altri prodotti non Amazon

Non dare per scontato che, poiché hai “Un sito affiliato Amazon”, devi continuare a promuovere i prodotti Amazon. Se sei nella nicchia del running, come nel nostro esempio precedente, potresti comunque promuovere eBook, guide o offerte speciali e prodotti correlati.

4. Condividi prodotti correlati

Sfrutta questa opportunità per creare una mini sequenza in cui condividere le tue recensioni e informazioni su altri prodotti correlati al prodotto principale.

Ricorda però che non ti è permesso inserire link Amazon direttamente nelle e-mail a che dovrai mettere i link ai tuoi articoli e poi i link di Amazon in questi.

5. Promozioni !

Hai mai sentito parlare del Black Friday? Non sarebbe bello creare una pagina di offerte di Black Friday e condividerla con la tua mailing list?

Non devi nemmeno fermarti qui, potresti condividere le promozioni con durante il periodo natalizio, per san Valentino, per la festa del papà……

Conclusioni
Una volta che hai capito che oltre a una strategia di monetizzazione, l’email è essenzialmente solo una fonte di traffico, diventa chiaro che la creazione di elenchi di e-mail per i siti Amazon non è affatto una cattiva idea.

    More from our blog

    See all posts

    Leave a Comment